sproloquio del giorno

Ho finito il fondotinta: metto la cipria per evitare l’effetto lucido, forse sarebbe meglio l’altra che è più scura… non mi trucco è tardi, chissene…
Porto il principe alla fermata dello scuolabus davanti casa: brontola perchè l’ho fatto uscire di corsa, ma il pulmino è in anticipo, perfetto.
Torno a casa a raccogliere i cocci del termometro che ha rotto. Spalanco per far entrare il sole ed uscire l’odore di noi durante la notte ed i gatti.
Ho lavorato tutto ieri pomeriggio in giardino che ora è in ordine e le rose bianche di cui non conosco il nome, figlie di rose di un giardino nobile, sembrano volermi ringraziare con la loro candida ed esuberante fioritura che ieri era solo boccioli verdi.
Non ho voglia di andare, ho la casa tutta per me…
Vado al pc a leggere nei blog degli amici o la posta che mi hanno mandato.
Io ho sempre avuto un’alta idea di amicizia. Amico è qualcuno che non solo conosce i fatti miei, che in fondo io racconto facilmente, ma che conosce la mia anima ed i suoi moti, che sa cose che nemmeno io so, che mi vede, mi intuisce, mi percepisce, come io vedo intuisco e percepisco lui (o lei). E allora mi fa strano a volte l’appellattivo amico per qualcuno che non sa la mia faccia ed il mio odore, che non ha visto le mie mani grandi e le mie smorfie, che nemmeno sa del mio tono brusco nel parlare, che non conosce la mia voce…
Ma qui ho degli amici, che conoscono la mia anima e che tante volte l’hanno accarezzata o scrollata se serviva, che l’hanno tenuta stretta quando a me sfuggiva.
Non importa se non li potrei riconoscere per strada, sono amici e torno a leggerli ogni giorno e anche oggi piango un attimo, ecco, addio cipria…
 
E penso a me davanti allo specchio… mi sono abituata al colore scuro dei miei capelli, che ha sostituito il rosso caldo che avevo fino a poco tempo fa… il signor B, un paziente a cui sono affezionata, al suo ultimo ricovero mi ha chiamato "la signora dai rossi capelli" e lo sguardo convincente, dice lui.
I miei occhi che cambiano colore col tempo e l’umore e che qualcuno ha detto sono magnetici.
Gli occhi, coi capelli, sono quel che di me mi piace… ed il seno. Da ragazzina lo nascondevo, perchè mi era stato insegnato così, e ancora oggi mia madre mi dice che sono troppo scollata. Ma ora penso che se qualcosa di me mi piace, infine, non la devo nascondere, e allora son più scollata e sorrido di più… il sorriso, oh quello…
Non mi danno praticamente mai i miei anni… come se mi fossi fermata a qualche anno fa… Da piccola mi davano più dei miei anni, ora di meno, mah.
Forse sono i capelli, ogni riccio un capriccio 🙂 ora che sono lunghi, sono un po’ da ragazzina, o magari l’MP3 a forma di balenina bianca, "come le bambine" ha detto Franco… "perchè che sono io?"  Già che sono?
Non mi vesto da ragazzina, pantaloni a vita bassa e magliette attillate sarebbero ridicole sul mio corpo assolutamente imperfetto e lo farebbero sembrare anche peggio, preferisco pantaloni dal taglio classico e camicie, magari con fascie che si incrociano a sottolineare… cineserie mi han detto 🙂 …
Sono i capelli allora o forse la musica che ascolto che un po’ è da ragazzini, o forse sono io che davvero sono una ragazzina, perchè ancora non ho vissuto quel che c’era da vivere… nel congelatore così a lungo…
 
Mi guardo in un altro modo da un po’, da un bel po’ a pensarci, ma ora mi sto convincendo… mi convinco che non importa che non sono una bella donna,  si piace per qualcosa di più e di più sfuggente di questo, ma che ho, che qualcuno sa vedere. I più "raffinati" Bis? forse… quelli che vogliono vedere, credo.
E per quel qualcosa in più i miei amici qui mi vogliono bene.
Oh queste parole… con quale facilità si usano… ma non si entra e si esce dal cuore di qualcuno con facilità, e allora non ditemi ti voglio bene se poi sparite nel nulla, come se io non fossi mai esistita per voi…
Quando vuoi bene a qualcuno significa che quel qualcuno ha un posto nel tuo cuore, in cui stare ogni volta che vuole, e che rimane vuoto quando lui se ne va a spasso…
Lo so che ho amici che mi vogliono bene e loro mi hanno fatto vedere cose che non vedevo, mi hanno fatto scoprire questa me di cui mi stupisco.
Il fatto che mi stupisca di me, mi ha detto un amico, è una bella cosa. Forse sì, ma cosa ho visto di me finora?
Questa me in divenire, per quanto l’ho negata a me stessa?
Questa me che mi piace di più, che sta bene con gente che ha dieci anni di più, ma anche con gente che ha dieci anni di meno… questa me che non percepisce la sua età anagrafica e che ha un’età che cambia anche più volte al giorno, questa me con gli amici virtuali estremamente presenti e gli amici reali sempre reali e sempre più belli… questa me con le sue cose belle e non solo quelle brutte… dove l’ho tenuta per tanto tempo?
 
"Siamo punti di consapevolezza in un campo di energia.
 E’ la nostra mente che rende tutto reale"
Cito la citazione di un amico 🙂
Le citazioni mi piacciono e non è mero copiare, è usare un modo perfetto di altri, per dire quel che noi sentiamo più confusamente o inelegantemente…
 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

16 risposte a sproloquio del giorno

  1. bisbetica ha detto:

    Almeno te sai usare il fondotinta e la cipria 😀
    Io da buona "contadinella" uso passarmi le mani sul volto… mah, sarà per sentirmi… morale mi ritrovo a righe se mi metto qualcosa sul viso ahahaha
     
    Un amico è uno che c\’è e che quel posto per te lo fa e lo riserva per sempre… vero assolutamente. E sono veri anche alcuni amici qui, li senti a pelle, li leggi, li intuisci… nonostante tutto, nonostante le difficoltà di questo virtuale.
     
    Bello saperti in rinasciata, bello saperci in molte acquisire consapevolezza e bellezza e diventare quindi forti e sicure e amarci per farci amare dai "raffinati" che altri non sono che coloro che sanno guardare al di là.
    Oh, tra parentesi, non è che qui si sia racchie e si cerchi di raccontarcela eh :-DDD
    Che poi sicure non vuol dire spavalde ma serene, convinte di potercela fare; è così facile in fondo, basta provarci e sei già sulla strada.
     
    sai, non rifletto quando scrivo i commenti, scrivo e basta. scrivo quello che sento e magari dimentico una parte del tuo post sul quale avrei avuto una considerazione da fare ma se la dimentico significa in fondo che era meno importante di quel che scrivo mentre non lo penso… oh mamma 😀
     
    siamo di desiderio e futuro. siamo di noi.

  2. lady ha detto:

    non so se amiche o no.
    non soneanche se voi vi conoscete tra di voi.
    non conosco come sei fatta ma ti immagino mentre accompagni il principe al pulmino.
    bis qui sotto mi conosce o meglio conosce parti di me che forse non conosce nemmeno in piccola parte quella che io chiamo la mia amica
    il che forse non significa nulla perchè poi la mia amica conosce cose che bis e come lei chi mi legge e mi scrive nel mondo dove apro dio più la mia anima non vedrà mai…..potrei continuare ad arrotolarmi su questo discorso per un sacco di parole.
    il senso resta lo stesso.io mi sento meno sola.
    io sento le persone che mi leggono.alcune ovviamente.
    e le aspetto.come si aspetta un\’amica.

  3. La Principessa Nel Giardin ha detto:

    io non so\’ mai cosa dire quando leggo quello che scrivi 🙂

  4. La Principessa Nel Giardin ha detto:

    nei crackers ci mettono (sono 5 ): set di catenina e braccialetto d\’argento, ciondolo e orecchini d\’argento a forma di margherita,  ciondolo e orecchini di argento a forma di spirale, fermasoldi in argento in custodia di pelle, cravatta di seta italiana e gemelli per camicia in custodia di pelle :Dsolo che non so\’ se sai come si usano (aprono) i crackers :Dfra qualche giorno te lo dico!

  5. lomasi ha detto:

    no… crackers così io non li conosco di sicuro… 🙂
     
    Io sei tu? o l\’altra? 🙂

  6. stordita ha detto:

    ops! mi sono inavvertitamente appropriata del nick della tua amica io :)insomma, so\’ io, dai!!!!

  7. lomasi ha detto:

    C\’ero arrivata miss mille nomi… ma volevo essere sicura 🙂
     
    Lady G: delle persone che leggi qui… se non sbaglio una sola l\’ho incontrata davvero. Ho incontrato altre persone conosciute nel virtuale, ed è stato bello. Se fossimo vicini ci vedremmo, sono certa, per prendere un caffè e chacchierare o magari anhe un po\’ bisticciare, che io me lo devo sentire dire ogni tanto che sono scema!
    Sta di fatto che, nonostante alcune persone io le conosca da relativamente poco, sono importanti nella mia vita e sono amici. Amici come lo intendo io.
    Sono fortunata, io ho parecchi amici. Se pensi che c\’è gente che a malapena ne ha uno….
    e non c\’è molta differenza tra qui e fuori di qui.
    A volte penso che sarebbe fantastico metterli tutti insieme i miei amici, farli incontrare… sarebbe una festa grandiosa!
    E chissà, forse un giorno riusciremo a riunirci, almeno con qualcuno o a "piccoli gruppi"
    Le persone conosciute qui mi hanno dato tanto e mi hanno fatto da angeli custodi tante e tante volte.
    E siamo tutti così diversi e ci capiamo lo stesso e siamo di futuro e desiderio, si Bis… futuro e desiderio, sperando che il futuro sia vicino

  8. Azazel ha detto:

    oh… solo angeli custodi nella tua vita? .. che peccato e io che credevo d\’aver un posticino nell\’ultimo angolino della riva del brenta. (rido) Ti abbraccioA.

  9. bisbetica ha detto:

    Il futuro in fondo è una banalità, quello arriva e siamo noi se lo vogliamo…

  10. lomasi ha detto:

    messer Azazel… lei mi insegna: i diavoli sono angeli (sbaglio o da qualche parte tu sei angelazazel?)…
    sulla riva del brenta c\’è posto per te, ed è più di un angolo 🙂 un abbraccio a te.

  11. Giusy ha detto:

    Aè e mo?? Co tutto sto sproloquio e i commenti che so dei poemi mi so persa!!! :p
    Cmq è tutto giusto!! E non credere che non abbia letto!! Ma il caffè è freddo e senza zucchero! E non mi piace!! E fuori non c\’è il sole!! E appena finisco qua, vado a spendere i miei ultimi 20 euro alla coop!!! E mi devo lavare i calzini!! E pure le mutandine che quelle pulite che mi so rimaste non mi piacciono!! E visto che sei una mamma ti do un consiglio…non fare come la mia che quando mi compra sia i calzini che le mutandine, me le compra all\’ingrosso e così sembra che non me le cambio mai! Uhauahuahaua :p
    E le persone che ho incontrato io…sono felice di averle incontrate e le voglio rivedere!! E adesso ho fame, ma se cucino pasta al pesto, col pesto fatto in casa poi mi rimproverano che faccio sempre la pasta!! Ma io adoro la pasta, in tutte le salse :p!!! E sto leggendo consigli a un giovane scrittore e a quanto pare non lo sarò mai!! 😛
    Vado, mi stanno mettendo fretta!!

  12. Io ha detto:

    Sproloquio del giorno?!?! ….. (copiona… lo sappiamo solo io e te!!) ehhehehe……. mi piace di più questo spazio ………. non ho mai tempo, e quando ce l\’ho… ho il cervello LESSO come il nasello del mercoledì…..Gesù..

  13. lomasi ha detto:

    Io non copio…. cito 😀
     
    ma il pesce non si fa il venerdì? solo nelle nostre case ci deve essere questa usanza…. 🙂

  14. bisbetica ha detto:

    Buongiorno 🙂

  15. Domenico ha detto:

    Buongiorno.
    Oggi è mercoledi se aspetti a venerdì lo sai che dopo tre giorni puzza… 🙂

  16. La Principessa Nel Giardin ha detto:

    i crackers si aprono il giorno di natale, e\’ una usanza che risale al 1800ognuno ne prende uno, poi con il vicino di posto, a pranzo, lo prende e lo tira alle estremita\’ (dentro hanno una striscia di cartone lunga che scoppia e fa un botto, tipo le miccette, ma non e\’ pericoloso :)nel cracker ci sta un cappellino di carta, una barzelletta e un regalo…quando lo tiri e apri il cracker, la parte che ti rimane in mano, che contiene il regalo, e\’ tua 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...