Donne senza glitter

Al contrario di te io ho sempre dato molta importanza alle parole,  per te invece futili, di troppo.
Inutile con te rimarcare determinati concetti. Non serve. Serve solo agire, senza tanti giri di parole.
I miei perchè…Irruenta, irrequieta, sempre a chiedermi e chiederti mille perchè, alla ricerca di chissà quale verità….Ti faceva quasi paura il mio modo di essere…
Ero io quella sbagliata?
No, non mi sono adeguata al tuo stile di agire o di pensare… o forse si?…
ho perso le parole, non trovo termini adatti per descrivere questa stanchezza che mi toglie il respiro, che mi toglie la voglia di ripetere sempre le stesse cose.
I miei silenzi…irrequieta, meditabonda, alla ricerca ancora del mio essere, concentrata sul mio sentire, più cinica, è vero, o forse più onesta?…Ti fa paura quello che sono diventata…
Sono io quella sbagliata?
E’ sbagliato andare al fondo, fino ai gomiti e sporcandosi, delle cose? Eppure avverto l’urgenza di farlo nonostante la paura.
Quando smetteremo di avere paura?
 

                                                                            
 
 
E il giorno che ho aperto gli occhi non ricordavo neppure il mio nome, come un lungo sogno mi guardavo attorno sbigottita… quanto tempo avevo dormito?
I miei silenzi erano stati taciuto del sentire. Io le cose non le dovevo guardare fino in fondo sporcandomi: io le cose le sapevo! dimenticate? rimosse? Qualunque cosa avessi fatto ora stavano lì, davanti a me ed erano incazzate nere.
Ho avuto paura si, di me e della rabbia che sentivo crescere dentro mista allo sconforto: “che faccio ora? che cazzo faccio a 40 anni ora che l’ho capito?”
Io non lo so quanti di voi son passati da qui ma ho la sensazione che siamo più di quanti non ci diciamo. Ad un certo punto la vita, la nostra vita, non ci appartiene più, non la sentiamo, non la desideriamo ed è terribile quel momento: si è persi, completamente persi; non avete idea di cosa sia: panico! E allora ci riprovi a rientrarci dentro e quasi ti riesce: cerchi di fare piccoli modifiche, di vedere se almeno trovi una posizione un po’ più comoda… oh si… forse… aspetta… eccheccazzo, io qui non posso starci!
E stavolta non puoi più starci davvero, se ti ricapita è finita.
Puoi scegliere se suicidarti o no: apatia dei sentimenti: dormire, svegliarsi, portare i bambini a scuola, ufficio, rientro, figli, cena, ogni tanto una cosa che avrebbe dovuto assomigliare al far l’amore e non era neppure sesso. Potresti anche sopravviverci così… che ti manca in fondo…
Eppure manca.
Quel niente che è il progetto della nostra vita, magari piccolissimo, un progettino da media-borghesia, è andato a puttane; siamo andati a puttane noi.
 
 
                                                                                
 
Un progettino da media-borghesia… l’unico progetto di cui mi credevo capace, l’unico progetto che pensavo di poter sognare. Ed è colpa mia se l’ho pensato e se ho lasciato che mi convincessero che non sapevo e potevo fare niente altro. Forse la paura della solitudine… non volevo più sentirmi così sola come quella ragazzina davanti alla bara del padre, camicia bianca e gonna scura, di un colore sospeso tra il viola ed il nero, come certi tulipani, una stoffa antica, liscia e ruvida allo stesso tempo… mai più sentita una stoffa così, mai più tornata all’illusione di avere qualcuno… Quel giorno io ho realizzato che ero sola e da allora in poi ho sempre cercato di non esserlo più. E ho cercato di compiacere chi avevo intorno… ho cercato di conquistarli… Piano piano mi sono rinchiusa in uno strano mondo fatto di me, dei miei pensieri e circondato quasi totalmente di persone che non sapevano vederli nè capirli, che non erano interessate a capirli. Un mondo sempre più silenzioso, a parte qualche eccezione, gli amici più cari.
Poi bum, ho sbattuto contro qualcuno che mi ha aperto gli occhi, che mi ha fatto capire che in fondo io non ero tagliata per quel progetto, che forse io non sono all’altezza di quel progetto, ma che se anche il mio progetto è al di sotto, è mio, sono io che devo divenire, essere, vivere. Non sono media, non in questo senso, e forse è una colpa, ma non posso negare che io sono altro da come mi vedi tu, da come mi vede mia madre….
Devo prendere fiato o morirò e per il momento voglio provare a vivere, almeno provare.
Pagherò un prezzo altissimo, lo so. D’altra parte è sempre stato così, comunque, almeno stavolta lo farò per me.
 
 
                              
 

Osservo il mondo da un angolo privilegiato. Nascosta dietro ad un muro. Voglio esser certa di poter vedere. Voglio esser certa di non essere vista. Non mi sono mai piaciuti i riflettori. Non starci davanti almeno. Sono regista e poco attrice. Non sono in grado di essere attrice. Nè protagonista, nè comparsa. Abituata a dirigere le riprese, incapace di essere ripresa. C’è stato in passato chi ha provato a farmi diventare più attrice e meno regista, non ne sono stata capace. Preferisco stare in un angolo ed osservare. Insicura. Lo sono sempre stata. Fin da bambina. Ho iniziato a mangiarmi le unghie quando ero alle elementari. Forse per questo mi fanno ridere quelli che mi definiscono snob o la donna di ferro ipersicura. Non lo sono mai stata. Probabilmente non lo sarò mai. Però mi dico che stare a spiegare al resto del mondo che sono il ritratto dell’insicurezza sarebbe troppo. E poi non so nemmeno se voglio che loro lo sappiano. Si, meglio che mi vedano come la donna sicura per eccellenza. Quella multitasking, ecco. Quella che sempre sa cosa sta facendo. Si meglio. Soprattutto a lavoro è meglio. E forse è meglio anche nella mia vita privata. Certo un pò mi fanno ridere. Mi domando se sanno che quando gli punto gli occhi addosso in questo modo, sto pensando che non so esattamente cosa fare.

Solo qualcuno ha capito che fingevo di gestire tutto perchè avevo il terrore massimo di non riuscire a gestire. Vivo nel caos e contemporaneamente il caos mi terrorizza. Senza un programma, si senza un programma, io non so vivere. Così come non sono mai riuscita a dire faccia a faccia tutto quello che veramente penso. Metabolizzo. Tengo tutto dentro. E se sto male provo a risolvere da sola. Tutto. Non è essere lady di ferro e semplicemente non essere in grado di chiedere aiuto. In una giornata di sole di tanto tempo fa qualcuno me lo ha fatto notare. Con un sorriso sulle labbra, mi ha sconvolto del tutto una giornata. Dicendomi un ‘prendila come viene’. Nel corso degli anni sono cambiata, questo è sicuro, cambiano tutti. Ho imparato a dire di no. C’ho messo un pò ma ho imparato. Non so – per utilizzare una frase di De Andrè – se ho continuato a farmi scegliere o se ho finalmente scelto. Questo non saprei ancora dirlo. Non è che io sia rimasta immobile. Semplicemente  se posso evitare di scegliere io evito. L’aut aut mi mette in crisi. Mi mette talmente in crisi che finisco per subire una scelta.

Però capisco che molti mi vedano come la donna sicura per eccellenza. Se cammini in un quartiere malfamato, uno che non conosci, se hai paura che gli altri possano farti male devi fingere di essere armata. Altrimenti è la fine. Ho sempre finto di essere armata. Ed ho costruito mura. Fortificazioni. Una torre per avvistare il nemico. Un fossato per evitare che si avvicinasse. Le ho costruite per difendermi. Perchè altrimenti? E nella mia torre d’avorio ho ammesso solo poche persone. Le altre le ho guardate dal mio angolo privilegiato. Non le ho fatte entrare. Me ne sono guardata bene. Così a chi mi manda l’sms del buongiorno e quello della buona notte ho detto di smetterla. Ho finto mi dessero fastidio attenzioni dolciare e troppa melassa. La verità è che rischio di affezionarmi anche solo all’idea e non voglio. Non voglio sentire la mancanza quando non arriveranno più. L’ho già sentita in passato. Ora non voglio più abituarmi all’idea. Le donne sono stupide. Si innamorano con una facilità che voi maschi non potete mai concepire. Non ho intenzione di farlo. Non voglio essere scelta. Dopo una lunga pausa, vorrei finalmente scegliere. E per farlo ho bisogno di prenderla come viene si ma con i miei ritmi. Le mie paure. Le mie incertezze.


                                 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

47 risposte a Donne senza glitter

  1. bisbetica ha detto:

    Perfetto, vado anch\’io 😉

  2. angel_out ha detto:

    tesoro, la prima parte è doppia…però..azz..bello no??!!

  3. lomasi ha detto:

    si vede che volevo la leggessero bene… 😀

  4. Susanna ha detto:

    Faccio fatica a capire….
    Un giorno capirò……Ciao ciao!!!

  5. bisbetica ha detto:

    si però non si può commentarla \’sta roba :-DDD

  6. lomasi ha detto:

    E\’ grave?

  7. angel_out ha detto:

    ahahahah

  8. bisbetica ha detto:

    boh 🙂

  9. stordita ha detto:

    E tu continui a pensare di essere normale e non interessante? ;)Non sei media… e per fortuna :)Non si scelgono le PR a caso…;)(volevo mettere il link ma non ho l\’accesso qui! Ti pago profumatamente e non posso nemmeno entrare, incrediBBile, hihihi!)

  10. lomasi ha detto:

    Tanto per chiarire a chi passa di qua: ciascun pezzo è scritto da una donna diversa.
     
    Libb ha già capito quale sono io, ci contavo 🙂
     
    Bis: io adoro oceanomare ma non saprei raccontarlo neanche se lo rilegessi per la 25 volta… mi emoziona e mi fa pensare…
    Non importa se non commentano, a me basta che leggono e magari pensano…

  11. SolaMente ha detto:

    Donnacce ste tizie aho 🙂
    E  pure senza glitter

  12. bisbetica ha detto:

    Oh Quella… ma che hai in sti giorni?
    Fancazzista, neppure l\’immagine hai scelto :-DDD
     
    Si è vero, lo dicevo oggi con Sbal: ci leggono, mica importa se commentano.
    Noi siamo qui, senza glitter, per chi ha voglia di saperlo 😉
     
    Tu sei una persona speciale e continuerò a ripeterti che mi sento fortunata ad averti incontrata… ricordo ancora il giorno che bussai alla tua porta di casa… l\’altra casa 😉
    Siamo tutte donne speciali qui perchè abbiamo il coraggio di raccontarci donne, senza nasconderci dietro stupidi stereotipi; ognuna con la sua storia; ognuna diversa ed ognuna disposta a mettersi in gioco affinchè la sua vita, come dico io, porti il nostro nome di battesimo.
    Anche Sbalzi che lo detesta ehehehe
     
    \’notte… vedo se posso sognare 😉
     
    siete rimaste indietro con il mio gossip ahahahahah
     
     

  13. lomasi ha detto:

    intendi che abbiamo perso il conto delle bandierine?
     
    Ionon ricordo dove sei capitata quando sei entrata nell\’altra casa… mi spolveri?
     
    Grazie, grazie a tutte e tre

  14. bisbetica ha detto:

    si avete perso il conto delle bandierine
    è che ci stavamo dicendo… "visto che non mi posso fermare per un po\’ potrei portarti con me"… ehm… non sarebbe meglio prima un invito a cena? che ci faccio io a Maranello? e se poi non lo sopporto? ahahahah
     
    Non ricordo con certezza il post, dovrei tornarci e cercarmi (pure lì mi devo cercare :-D) ma credo si raccontasse di Barbie eheheh
    Ti chiesi il permesso di accedere e tu mi dicesti "si ma io sono una qualunque che non ha niente da dire" :-S ma per favore!!! :-DDD

  15. SolaMente ha detto:

    Ma devo fare un commento serio o posso continuare a cazzeggiare? 😀
    Buondì 🙂

  16. lomasi ha detto:

    fai un po\’ come ti pare!
     
    oh… bis… non me lo ricordavo… però in fondo non è che ho sto granchè da dire… solo ogni tanto riesco a dirlo bene.
    E comunque sai che sono… in divenire…. chissà che divento

  17. lady ha detto:

    ….felice di avervi incontrato!

  18. lomasi ha detto:

    aspetta a dirlo Giorgia aspetta…. 😀

  19. bisbetica ha detto:

    Io comunque alla gogna ci vengo messa spesso.
    Il problema che non abbasso mai lo sguardo e questo fa innervosire il pubblico 😀

  20. lomasi ha detto:

    lasciamoli innervosire… il sangue scorre più in fretta e mantiene elastiche vene ed arterie 😀

  21. Giusy ha detto:

    Non ho mai capito se sono brava a "gestire"…A vedermi si, riesco a fare mille cose in poco tempo, tutto quello che c\’è da fare, e faccio tutto bene!! Ma poi a pensarci meglio io fondamentalmente vivo nel caos, e lo si vede anche dalla mia camera, dalle sedie stracolme di vestiti, dalla scrivania dove ci so tazzine, acqua, lattine di coca, fogli importanti, libri, trucchi, bende, cerotti, e tanto altro. A terra scarpe ovunque, letti disfatti, e l\’armadio quasi vuoto con quei pochi vestiti sparsi qua e là!! E dentro di sistemato c\’è ben poco. Ma io sto bene così! Perchè poi mi viene facile organizzare una giornata piena di impegni e trovare anche il tempo per me.Alle 5 stanotte ero ancora sveglia. Poi ho preso sonno…nel mio letto, alle nove mi sono svegliata. Ho ripreso sonno ancora ma alle 11 ero in piedi. Avevo voglia di fare colazione, per evitare di incazzarmi come ieri e non riuscire a farmi nemmeno un caffè, mi sono vestita e sono scesa al bar!! Ho preso una sfogliata alle mandorle ripiena di marmellata…ma ho preso anche un cornetto alla crema…è sul tavolo, anche di caffè ne ho presi due, ma quelli li ho bevuti tutte e due io :p !!! Tanto si sarebbe freddato. E adesso aspetto…
    Fuori c\’è il sole ed è caldo. Oggi sono contenta ma non vorrei urlarlo troppo forte. 😉
    Ho anche sistemato e pulito la sala. E intanto continuo ad aspettare…è tutto così evidente…ma…c\’è sempre quel ma…porca miseria!!!!
    Pardon per il mio monologo :p
    Buongiorno 😀 

  22. angel_out ha detto:

    lady, trasmetti energia positiva leggendoti, lo sai?… 😉

  23. SolaMente ha detto:

    Concordo con Sbalz…trasmetti energiap positiva..

  24. lomasi ha detto:

    lei è un vulcano…
     
    uh ma che bel posto che è diventato questo…
     
    però come da bis pochi maschietti, troppo pochi….

  25. bisbetica ha detto:

    C\’è lo stesso disordine che in casa mia nella camera di Lady 😀
     
    Quando, nella presistoria, andavo in vacanza con Susanna e le nostre due amiche Maura e Camilla era il panico… :-DDD
    Io e Camilla poteva strasformare la stanza in un campo di battaglia giusto nel tempo necessario per scegliere cosa metterci per andare a ballare; le decine di cose provate e che come è ovvio "non andavano bene" restavano sparse qua e là… così era più facile trovarle quando ci fossero servite 😉
    Un anno siamo state a Parigi solo io e lei… non ve lo posso dire che delirio è stato :-DDD
     
    Io son sempre più convinta che per trovare un qualche uomo dobbiamo spargere qualche glitter…
     
    nuova bandierina… mi soprende quest\’uomo: bello 🙂

  26. Giusy ha detto:

    Ohhhhh ma grazie, sapete di solito i complimenti me li faccio da sola :p
    E vi dirò, spesso mi rimproverano per la mia positività, ma poi io dico…macchennesanno loro, e non devono sapere.
     
    Il cornetto alla fine sembrava essere su quel tavolo per caso. Puoi mangiarlo… (l\’ho preso per te)! E poi…è pronto vieni a mangiare. Decisamente meglio di un "grazie", soprattutto quando si parla di cibo :p!!!
    Di solito mi addormento sempre e subito in un abbraccio, ma stanotte no, non riuscivo a prendere sonno, poi ho capito perchè. Me lo stavo godendo tutto. Assieme al suo modo di prendersi cura di me, la delicatezza nei movimenti per evitare di colpire il braccio, il rimboccarmi le coperte perchè continuavo a scoprirmi, il suo stringirmi e baciarmi ogni volta che mi lamentavo. Stavo per andare via ma poi come potevo? Allora soono rimasta ancora un pò, a godermi tutto 🙂
    E adesso mi chiedo a cosa serve sapere cosa siamo?

  27. lomasi ha detto:

    eh però… visto che qua siete tutte coccolate ed io no e vi invidio da matti… e visto che qua del tuo "giro" entrano solo tua sorella e neo…potrei almeno sapere come si chiama questo uomo capace di attenzione?
     
    Continua a farteli da sola i complimenti, pure io ogni tanto lo faccio, poi se non basta passa di qua, che ho la sensazione che le mie blogamiche l\’abbiano capito quanto son belli e non se li tengono troppo stretti 🙂
     
    Goditi tutto quello che viene, tutto tutto… domani qualche santo sarà… ti abbraccio pure io, senza toccare il polso…

  28. lady ha detto:

    no non sono in contrasto.
    il senso della mia frase era proprio quello detto da bis.
    e anche quello detto da te.
    diciamo sempre la stessa cosa ma usiamo paroliverse ognuno le proprie.
    questo è il problema delle parole, a volte creano confuione.
    dire che non mi piacciono le persone a cui riesco a far fare quello che voglio io
    per me vuol dire "sentirmi scelta" non lo fa perchè io riesco a convicerlo/a
    che quello che vuole sono io…….ma perchè mi sceglie.
    e se mi sceglie poi mi saprà tenere testa ed apprezzare i miei pregi
    senno\’ che mi ha scelta a fare?
     

  29. SolaMente ha detto:

    Buongiorno ragazzacce, buona domenica!
    Ehm….Resp avrei da farti una proposta (nea dice che non saprai resistere)
    Ho comprato una borsa di barbie….caruccia veramente…rrrosa confetto ( tre r perchè sono siciliana)…..te la cedo volentieri se la vuoi 😀
     

  30. bisbetica ha detto:

    Hello Kitty? :-DDD
     
    Buongiorno 🙂

  31. Seven ha detto:

    Toc..toc..?  è permesso… vabbè.. da ste parti non ho mai bussato non vedo perchè devo farlo ora, del resto la padrona di casa è un amica…
    ho letto tutti i vostri interventi.. e devo ammettere che ammiro con un pizzico di invidia la complicità che si è creata tra voi..  Non vi conosco ( tranne la padrona di casa di cui fortunatamente godo di stima e fiducia … Vero ELLE…??   ))  ma mi piace leggervi… vi esponete, con ironia e con schiettezza… e se mi permetto di scrivere è perchè in fondo ( occhio a non fraintendere ) mi riconosco un animo femminile.. nel senso che spesso mi piace guardare ( o perlomeno provare ) le cose dal vostro punto di vista… e mi accorgo spesso che è un punto di vista che mi piace molto più di quello maschile, per il modo in cui la donna ( sui generis ) approccia al mondo dei sentimenti…
    mi permetto di copiare qualche riga del post però per trovar almeno un qualcosa su cui dibattere , del resto la padrona di casa dice che girano pochi uomini per cui uno che passa e scrive perchè non deve accendere un fuocherello simpatico e vivo…
    le parole che riscrivo son queste:
     
    Le donne sono stupide. Si innamorano con una facilità che voi maschi non potete mai concepire.
     
    A mio modestissimo e forse discutibile parere ci sono ben 4 inesattezze in questa riga
     
    1)  le donne non sono stupide , anche in questo i maschi vincono…
    2) Non tutte le donne si innamorano con facilità.. cè chi la parola amore la usa sulle piante del proprio giardino…
    3) L\’innamoramento facile non è necessariamente sinonimo di Amore ( con la A maiuscola )
    4) Non Tutti i maschi sono incapaci di concepire l\’innamoramento…
     
    Vi parla una persona che si è sempre definita uno dall\’innamoramento facile, ma come mai mi è sempre stato rinfacciato come una colpa, mentre da quelle righe per le donne sembra un pregio mal trattato ??
     
    Phil Collins cantava EASY LOVER … amante facile, vuol dire innamoramento facile ??
    Dire a un uomo che ti innamori facilmente equivale a dire che sei un facile amante…??
    perchè molto spesso viene associata innamoramento facile = uomo facilmente da letto ?
     
    A me non sembra giusto.. anche gli uomini soffrono per amori non condivisi, anche gli uomini subiscono scelte e decisioni contrarie e negative, anche gli uomini possono incrociare  la "stronza" di turno…
    Siamo diversi ( intendo donna e uomo ) e lo si capisce non solo perchè fuori dalle toilette su una porta cè uno con i pantaloni e sull\’altra cè una con la gonnellina.
    Siamo diversi per approcci, per sensibilitò e per maturità e in queste 3 caratteristiche la donna è di gran lunga superiore…
    per in amore ( anzi… in Amore ) non siamo molto diversi a mio parere…
     
    e forse è questo il vero segreto… l\’amore non ha sesso… non ha differenze…
    E\’ come un virus se ti becca ti resetta l\’hard disk del nostro cuore…
    e quando accade, posso avere i pantaloni o potete avere la gonna.. ma siamo vittime della stessa splendida malattia…
     
    Saluti tutti e tutte… e un bacio particolare alla padrona di casa…
    Ciao e scusate l\’intromissione…
    C.
     

  32. La Principessa Nel Giardin ha detto:

    oh oh!che patata bollente che vi ha piazzato qui l\’unico uomo che ha avuto il coraggio di passare oggi, hihihi!vi fa\’ lavorare di cervello pure di domenica :pppio ero passata solo per portarvi la colazione, avete finito di gossipare??? :DDD

  33. bisbetica ha detto:

    Ehm Seven
    a me mi (che non si dice :-D) conosci… avevo anche bussato a casa tua ma nessuno ha detto "avanti" 😀
     
    Ora leggo il resto e vediamo se controbatto o no… oggi sono un po\’ "scazzata" 😉

  34. exbambinoprodigio ha detto:

    siete diventate come i giapponesi :D:D
    lo stesso post su più blog…. O.O
    però non capisco,cè qualcosa che mi sfugge….
    perchè ogni storia è diversa ma il finale sempre uguale….sfumature a parte.
     

  35. SolaMente ha detto:

    Buonasera signore e signori 🙂
    Uhm…vediamo…
    "Le donne sono stupide. Si innamorano con una facilità che voi maschi non potete mai concepire."
     
    Credo che la donna che ha fatto questa affermazione l\’abbia fatta con un pizzico di ironia.
     
    Le donne sono stupide in quanto non sono superficiali, nnamorandosi con facilità dell\’uomo che si è scelto. Purtroppo è indubbio che le donne siano rispetto agli uomini più sentimentaliste. Per carità, non mi scandalizza di certo la donna che fa sesso solo per far sesso, ma se ci pensi bene è difficile trovare donne così. Le donne s\’innamorano e dopo fanno sesso…gli uomini prima fanno sesso e poi (forse) s\’innamorano.
    Oviamente ci sono le eccezioni….e per fortuna direi!!
    Innamorarsi con facilità non significa innamorarsi di chiunque.L\’innamoramento facile non esiste….se m\’interesso di un uomo e mi fanno piacere le sue premure non vuol certo dire che ne sono innamorata.
    Amore e innamoramento sono due cose assolutamente diverse 🙂
    Nea come sono andata? :-))
    Bhè Luca si, è un post scritto da 4 donne che qualcosa condividono!!
     
     
     
     

  36. lomasi ha detto:

    Luca perchè queste donne hanno storie diverse che le hanno portate ad una conclusione simile ed ora pensano di ripartire da quella… o ci provano.
    E hanno il coraggio di dirlo a voce alta e di provarci e provandoci si sono incontrate e ne parlano e ci scherzano insieme…
     
    C… ti ha risposto Claudia e mi pare una bella risposta …. ci penso e vediamo se ho qualcosa da aggiungere

  37. stordita ha detto:

    Che ne sapeva Quella che sarei tornata ad impicciarmi?? :DVedi Lori, sono riconoscibile e prevedibile :ppConcordo, concordo… :)Se facessi la maestra ti metterei un bel 7, hihhi! ;))

  38. angel_out ha detto:

    che posso dire…ho conosciuto poche volte l\’innamoramento…posso soltanto dire che sono caduta nell\’errore di innamorarmi dell\’amore, questo si. Che altro? ah ecco, bèh, io nella mia infedeltà sono stata una donna fedele…ecco…
     
    \’nanotte…

  39. Giusy ha detto:

    Io ho sempre pensato che dire mi sono innamorata dell\’idea dell\’amore, dell\’amore è una gran caSSata :p, magari mi sbaglio.
     
    Oggi sono stata a marina di ravenna, una passeggiata in spiaggia e sul molo (che non finiva più!!) e poi un\’abbuffata di pesce 🙂
    e ho capito perchè non mi piace molto passeggiare, perchè poi penso troppo 😉
    Buonanotte

  40. SolaMente ha detto:

    Buongiorno 🙂
    "Chi pensa troppo avvelea anche te, digli di smettere":-) Scherzo ovviamente Lady. Non è una cazzata essere innamorati dell\’amore,  vuol dire che si crede all\’amore a perscindere del soggetto. A volte ci si confonde scambiando il carretto per calesse ma vabbè…quelli sono incidenti di percorso.
     
    Nea cara non ti conosco ma non poteva mancare il mio riferimento a te…mi sei simpatica!!! 🙂

  41. bisbetica ha detto:

    Come diceva Troisi? eheheh
    In effetti essere innamorate dell\’amore significa crederci, sapere quanto l\’amore è capace di essere carburante di vita… perchè diciamocelo, nel momento in cui smettiamo di essere innamorate di questa idea ci spegniamo.
     
    Essere innamorate in fondo significa solo essere aperte all\’emozione
    L\’Amore è un\’altra cosa va bene ma comincia comunque e sempre da quiE\’ l\’innamoramento che non sempre finisce lì 😉
     
    Oh, comunque io non mi ricordo né l\’uno né altro esattamente
    Faccio prove tecniche di trasmissione
    Giusto per tenermi pronta nel caso… ginnastica cardiologica 😀
     
    Buongiorno a tutte e tutti
    e viva C. che ha qualcosa da dire 🙂
     

  42. angel_out ha detto:

    pratico diversi allenamenti cardio…ecco, si, l\’ho sostituiti con lo step e la bici…vedi? tutto qui il mio errore….eheheh 😉

  43. lomasi ha detto:

    dici?

  44. angel_out ha detto:

    si…ne sono certa,
    è questo modo di chiudermi nonostante l avvertita esigenza di parlare…finisce che la sfogo nell unica maniera che conosco e che so in qualche maniera funzionare per qualche ora…lo scarico fisico.che diventa scarico mentale. pensare solo e soltanto di rimanere sul tempo delle note in sottofondo. e per un paio d\’ora funziona, ma…
    non mi porta a nulla in realtà (se non un dispendio a livello di kilocalorie).
    non migliora la mia situazione pratica e mentale, 
    mi precludo volontariamente ogni tipo di piacere emozionale rintanandomi in palestra (è diventata la mia tana).
    Coscientemente so che è il mio modo di procrastinare.
    Ho bisogno di tempo. nel frattempo traccheggio,
    espio così anche le mie colpe se colpe ce ne sono? boh… e perchè a livello subconscio avveto le mie e non quelle altrui? e perchè mi sento sempre e comunque io quella in difetto??
    Chi mi sta intorno "vede" angelica cazzuta. non vedono un cazzo.
     
    Ho paura e rimando, giorno dopo giorno dopo giorno
     
    scusate il papiro, cazzo odio piangermi addosso!

  45. lomasi ha detto:

    io non ti ho mai vista cazzuta, neanche la prima volta che ti ho letto.
    Ho sempre pensato che hai bisogno….
     
    Eh Sbal…
     
    Tutte odiamo piangerci addosso (noi 4 almeno), ma fa parte del prendere coscienza, del guardarci, del tentare di andare avanti…

  46. angel_out ha detto:

    ti sembrerà assurdo…ma quella più vera è qui dentro, non di qua…loro vedono ma non leggono, non si sforzano di farlo. ma va bene così.

  47. lomasi ha detto:

    credo che sia successo a tutte noi di sentirci così, però non dipende da qui o lì , dipende da chi abbiamo intorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...