Simone Weil

Il maggior pericolo non è la tendenza del collettivo a comprimere la persona, ma la tendenza della persona a precipitarsi ad annegare nel collettivo

Escrites de Londres

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Simone Weil

  1. ivan ha detto:

    Concordo. E aggiungo pure che quando la collettività assente con le mie idee, mi inquieto, proprio come faceva Wilde. A volte occorre rinchiudersi nella turris eburnea, come Michel de Montaigne.

  2. stordita ha detto:

    Scusa la mia abissale ignoranza, ma chi e\’ il prof. Peters? 😀

  3. lomasi ha detto:

    Ilustre primario di chirurgia, Rochester University, l\’erede professionale del prof. Tom De Meester. Un grandissimo di chirurgia esofagea, soprattutto benigna. Le pHmetrie si valutano sull\’indice di De Meester.Un pezzo grosso insomma, ma da bravo chirurgo ha la boccaccia (e magari sangue veneziano)… son troppo abituati ad avere i pazienti addormentati davanti…

  4. py ha detto:

    ..e qui in questo mondo virtuale…annega tanta di quella gente!!ciao ex respiro…ma tu…che lavoro fai?

  5. lomasi ha detto:

    non ci sono salvagenti per questo genere di annegamento, ognuno deve fare da sè.O povera Py… ora me la tiro!!!Tecnico di Laboratorio Clinico, Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Gastroenterologiche, Clinica Chirurgica III, Centro di Alta Specializzazione per le Malattie dell\’Esofago, Laboratorio di Fisiopatologia Esofagea.In parole povere infilo tubi alla gente e mi faccio vomitare addosso 😀 :DPerò lo faccio benissimo 😉

  6. isabella ha detto:

    Io a volte ho proprio bisogno di annegare nel collettivo… oh oh Iomasi infila tubi alla gente :-(questo sì è un lavoro dove ci vogliono i coglioni! Ti ammiro ti ammiro, io non ce la farei mai :-)baci ragazze! isa

  7. Limpido ha detto:

    Smettila di citare altri e "ritrovati"!Hai molto da dire.Dillo!Grz del tuo passaggio, gradito:)Lim

  8. lomasi ha detto:

    Isa… a dire il vero infilare tubi è la parte facile… quella in cui ci vogliono i coglioni è sopportare l\’ambiente senza perdere di vista che i pazienti vengono prima dei casini, delle paturnie, delle stronzate, degli stupidi, degli inetti e di quel che comporta lavorarci…I pazienti a volte sono meravigliosi e a volte spassosi… a volte pazzi scassapalle ;-)Lim… io sono qui, so esattamente dove sono. Non mi devo ritrovare, non mi pare però di avere granchè da raccontare o forse non ho voglia di raccontare… 😉

  9. bisbetica ha detto:

    e quindi è naturale nonchè ovvio e doveroso che una donna libera si prenda un we per cosare… :-DDDin effetti anche questa pirlata fa parte dell\’annegamento… vabbè va, che sono ancora acida, che mi consigli per la digestione? solita coca-cola?

  10. lomasi ha detto:

    sì bis… solita coca cola o bicarbonato se preferisci, che elimina anche l\’acidità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...