dirigenti, che bellezza!

“scusa ma… riguardo il cartello che entra solo il personale… io sono assimilata al personale di endoscopia?”

“metteranno un meccanismo per cui entri solo col tesserino di riconoscimento”

“beh, io ce l’ho”

“quello aziendale, il tuo non va bene”

“stai scherzando?”

“no, ma che problema c’è? usi quello della tua collega”

“e quando lei non c’è?”

“fai il giro”

Ovvero un corridoio e mezzo, scaletta, esci in terrazza, la percorri tutta, rientri dall’altra parte, altro corridoio, a quel punto arrivi in endoscopia… nel corridoio di fianco al mio, a due-passi-due.

“ovviamente nessuno ha tenuto conto che io sono personale convenzionato, anche se non aziendale, e che devo andare avanti indietro con i pazienti, magari in barella!”

“non ti arrabbiare con me, dillo a chi l’ha pensata”

“e come al solito l’han pensata male, ed io vengo trattato da pezza da piedi! e poi quel gran genio del collega di chi l’ha pensata, si sente pure in diritto di dirmi che sono in condizioni da terzo mondo! ma non fa niente per migliorarle!”

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a dirigenti, che bellezza!

  1. yaxara ha detto:

    Vedo che la genialità è di casa ovunque…

  2. laTigli ha detto:

    tutto il mondo è, triste, paese: in ufficio siamo tanti, una quindicina, con orario di pausa pranzo differente, non si sa perché almeno una volta alla settimana ci ritroviamo tutti fuori dalla porta aspettando che arrivi l’unica dotata di chiavi. l’altra che le ha è partita per lavorare da casa, in Moldavia, e se le è portate via perché “è stata una fatica averle e non le restituisco”… e glielo lasciano pure fare. ma del resto ha nascosto il telefono in un armadio e nessuno le ha detto “bah”

    • altrirespiri ha detto:

      ecco… forse mi batti.
      Ma dover chiedere per piacere per lavorare mi fa incazzare come una biscia!

      • laTigli ha detto:

        dopo soli tre mesi nel nuovo posto ci ho dato su. a me han detto di imparare le procedure e correggere le puttanate (tante e nemmeno piccole), alle colleghe non han detto niente. morale? io sono una stronza presuntuosa. peccato che io questo lavoro lo faccio da sedici anni e loro da tre, io le sanzioni della dogana le ho viste fioccare, loro no.
        seguo la rotta aspettando le sanzioni. c@zzi loro, tanto mica la pago io…

  3. annikalorenzi ha detto:

    ma che incubi legalizzati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...