DANTE

"Quali Fiamminghi tra Guizzante e Bruggia,
temendo ‘l fiotto che ‘nver lor s’avventa,
fanno lo schermo perchè ‘l mar si fuggia;
e quali Padoan lungo la Brenta,
per difender lor ville e lor castelli,
anzi che Carentana il caldo senta:
a tale immagine eran fatti quelli,
tutto che né sì alti né si grossi,
qual che si fosse, lo maestro félli."
(Inf. XV 4-12)
 
Parla del "mio" argine 🙂
quello che guardo ogni giorno oltre il mio giardino
quello su cui vado a respirare
quello su cui il principe ha imparato ad andare in bicicletta…
Tra gelsi da mora, sambuchi e robinie
e passeri, cornacchie, tortore ed altri che non conosco
e lontano da noi anche le cicogne
e cavalli che passeggiano al piccolo trotto.
Ora so che questi argini son qui da prima che la nostra lingua esistesse
e … mi sono comunque familiari, anche se mi sembrano un po’ più maestosi.
Questo angolo di mondo, defilato ed umile … appartengo a questo posto
più che a tutti quelli in cui sono vissuta
perchè è qui che son cresciuta
è qui che son rinata
vivendo questi ultimi anni
in cui sono diventata finalmente me
una me incompiuta, ancora
ma me
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

29 risposte a DANTE

  1. stordita ha detto:

    ma che belle parole ottimiste :)sai, ci vuole del tempo per ottenere la perfezione…continua ad insistere, ma sei sulla buona strada ;))un prrrrr ci sta bene pero\’, dai!oggi vado in gita al florence nightingale museum :)(non so se si scrive cosi\’, non ho voglia di controllare, ahah!) e come si dice usignolo in inglese? non ridere! so\’ ignorante, lo sooooo!!! e tu devi lavorare per me :pppbuona giornata 🙂

  2. bisbetica ha detto:

    Ho usato la stessa espressione in un post che non posterò: io sono incompiuta :-)Però sentirsi incompiuta significa comunque sentirsi e non è poco…Torno "fuori" 🙂

  3. lomasi ha detto:

    Bis il direttore non da mai il massimo nelle pagelline, perchè dice che nessuno è perfetto ma tutti sono "perfettibili".In quest\’ottica direi che siamo tutti incompiuti, in quanto ancora abbiamo un tratto da percorrere e nuove consapevolezze da raggiungere….E chi non è consapevole di questo forse… bhe concludi da sola, và…

  4. stordita ha detto:

    ho da fare troppo questi pomeriggi, scusa :(((ho appena letto che l\’inghilterrra e\’ il paese delle patate………………muhahhhaa!!!io casco a fagiolo sempre senza accorgermene :)ma le foto tue le posso distribuire in doppia copia con autografo ai tuoi fans che me le chiedono, o pubblicarle su patata 3000 nella pagina riservata ai vipR (very important pr)??dicci, dicci 😀

  5. bisbetica ha detto:

    Infatti avevo interrotto il mio commento :-DIn effetti non ho un\’alta opinione dei "certi"… ma anche di questo ho già scritto in passatoMa… il cicerone è biondo, bruno o calvo?Giusto così, per sapere… eheheheh

  6. lomasi ha detto:

    I "certi"… oddio … no taccio, discorso da non fare qui :-)calvo bis, i pochi capelli che ha li tiene elegantemente corti, era bruno.Alto e magro, un bel fisico direi, simpatico, battuta pronta, spesso ammiccante, anche senza rendersene conto, boccaccia da bravo veneziano, molto modaiolo, ma anche colto: potreste parlare di pittura e di barche. Però è indifferente alla musica.Come cicerone secondo me va bene, ammettendo di fargli trovare il tempo (ma per te potrebbe trovarlo secondo me 😉 ), perchè sarebbe divertente, e non richiede affidabilità nel tempo… :DDD

  7. lomasi ha detto:

    ma non era l\’olanda il paese delle patate?ihihih una patata che casca a fagiolo!!! ci viene un\’ottima minestra di fagioli alla veneta, se solo ci mettiamo le tagliatelle fatte in casa a sfoglia grossa….no pubblicarle direi di no… puoi distribuirle a selezionati e affezionati fans, se proprio ci tieni e ci tengono…

  8. Domenico ha detto:

    Hai capito…..E poi tu vicino a me mi dici: "bronsa querta"…… HIHIHIHIMa lo potevate dire tu e Betta che vi piaccino quei cappellini a triangolo che usa lim……La sapete lunga…….Poi appena ho tra le mani Patata mi sente, zitta zitta……. Anche lei bazzica……Oggi ho mangiato zuppa di scarole e fagioli, senza le patate, ci ho messo vicino 2 fette di pane casereccio campano mi sono consolato, senza il bicchiere di vino però sto ancora completando la cura per la gola…..

  9. lomasi ha detto:

    te corri troppo…io non ho mai detto che mi piacciono i cappellini di lim… si diceva solo con betta che lui ha messo immagini per donne, mentre tu le hai messe per uomini.Che sappiamo?In generale io non amo le cose tipicamente natalizie (odio i piatti con i babbi natale e le presine con la stella di natale… che puntualmente mi regalano e mi sento in dovere di usare…)Pizza di scarola… è tantissimo che non la faccio!! che mi hai fatto venire in mente!la zuppa non la conosco, chiederò alla cuoca maestra, che devo chiederle anche che stanno tramando alle sue spalle le mobbiste laureate…. :((( (per la serie neanche se te ne vai a lavorare a 30 km di distanza non la finiscono….)per la gola: miele di eucalipto 🙂

  10. Domenico ha detto:

    Sai com\’è dopo Natale un po di corsa serve a smaltire il superfluo che abbiamo ingurgitato…. :-)Ma un piatto con babbo natale poi lo si usa solo a natale?La pizza con la scarola qui è ottima, quella di mamma è buona, ma ho una zia che la supera, ci mette anche i pinoli. E miele ad eucalipto sia…. Lo sciolgo in un po di latte caldo…..

  11. lomasi ha detto:

    la pizza con la scarola è esclusivamente campana, ovvio che mi riferivo a quella!Io conosco quella di Tania (la cuoca maestra appunto) che ci mette le acciughe e i pinoli e la fa chiusa, tipo torta salata.Però mi piace di più quando la faccio da me, perchè la pasta della pizza è più morbida, la sua è un po\’ troppo croccante per i miei gusti.Credo che il miele sia più efficace se sciolto piano in bocca da solo.Il piatto con babbo natale andrebbe usato solo durante le feste, per questo non mi piace, perchè poi lo metti là ed un po\’ ti impiccia, mentre un piatto (ovvio che parlo di piatti da portata o per dolci) "neutro" lo usi di più, ne godi di più.Probabilmente io ho questa antipatia perchè non mi piace avere il servizio buono e quello da tutti i giorni, io tenderei ad usare le cose che mi piacciono ogni giorno, e quindi le preferisco piuttosto pratiche (niente bicchieri ultrafragili, di cristallo, costosissimi) e facilmente utilizzabili, adatte ad ogni occasione…Mia cognata ha un baule pieno di lenzuola ricamate a mano e il giorno dopo che si è sposata è andata a comprare le lenzuola colorate da mettere nel letto. Sono 25 anni che è sposata ed il corredo tanto faticosamente accumulato è tutto là: per me è inconcepibile.L\’unica cosa che uso con molta parsimonia è un servizio di bicchieri da liquore: me li ha regalati Tania, erano della sua nonna, l\’unica persona equilibrata della sua famiglia di origine (perchè quella che si è costruita è strepitosa!), non me lo perdonerei se andassero rotti.

  12. stordita ha detto:

    aooo, rispondi pure a me nella serra!!!!poi dovevo kiedere: ke vuol dire…uhm…nn ricordo!a si, bronsa querta! e se n\’è sciuto a\’ le cozze?e se chatto io non riesco a fare altro, quindi ciao!

  13. Domenico ha detto:

    Lomasi ancora nn hai imparato che la Prins non è multitasking? 😉

  14. stordita ha detto:

    a neo!!!! oggi si vede che stai a lavorare d\’impegno, ihihi!!!!

  15. Domenico ha detto:

    Si c\’è la sto mettendo tutta, tanto non me li pagherà gli interessi per il tardato pagamento, allora sto qui ad aiutare la mia principessa preferita. prrSi fa quel che si può…..L. come si dice in veneto: brontolona?

  16. lomasi ha detto:

    bronsa querta significa acqua cheta 😀 (le bronse sono i tizzoni ardenti, querta significa coperta, ovvero i tizzoni ancora accesi sotto la cenere, che non te lo aspetti e ti puoi ustionare).L\’altra cosa è un\’espressione brindisina che sta per se ne è andato … via di testa, o è morto, o è rovinato, buttato a mare, e mangiato, già filtrato dalle cozze… insomma una cosa che in italiano non mi vieneBrontolona rimane così, però la L in veneto si legge E, quindi la pronuncia è diversa :). Il principe (che quasi non parla veneto, ma certe parole le sa benissimo) suggerisce spacabae (rompipalle).Mia madre forse direbbe "a xe come el tòn" ovvero è come il tuono, sai quando c\’è il temporale in lontananza che brontola in sottofondo…se mi viene in mente un\’altra espressione te la dico

  17. bisbetica ha detto:

    Il servizio buono e come quelli che coprono il divano per non rovinarne la fodera? :-DIo ho un servizio di piatti della mia nonna che ha più di 70 d\’anni: regalo nuzionale. Lo uso a Natale.Lo uso con orgoglio ad un minimo di attenzione ma lo uso, mi sembra di fare un omaggio anche a nonna.Mia madre ogni anno da 15 a questa parte, quando mi vede sciacquare quei piatti per metterli in lavastoviglie (lavaggio delicato ovviamente) mi "cazzia": ecco, così non ti durerà niente e lo rovinerai. A parte il fatto che la probabilità di rompere un piatto è più alta lavando a mano resta che per conservalo intatto non lo dovrei utilizzare ma se non lo utilizzo che me lo tengo a fare un servizio da 24 coperti nella credenza?perchè poi, mia madre… ha tenuto per 10 anni in cantina il presepe sempre di nonna: decine e decine di statuine di terracotta e gesso bellissime in parte provenienti dalla casa natale di lei; quando mi sono decisa, nonostante i musi, ad appropriarmene tre quarti delle cose, causa l\’umidità, mi si sono frantumate tra le mani: valeva proprio la pena di conservarle anzichè rischiare di romperle adoperandole :-DBene, dopo questo escursus familiare posso andareMi sa che son stati quelli di Microsoft, gli ho scritto ieri: certo che così ero capace anch\’io, non era mica questo che intendevo… sgrunt…

  18. lomasi ha detto:

    ecco appunto, a che serve mettere in cantina se poi ti si sbriciola tra le mani? Non sono abituata così, mia mamma i suoi servizi li ha usati fino a non averne che pochi pezzi (perchè quando c\’era mio padre, casa nostra era base per ogni pranzo significativo, con grande gioia di mia madre che faceva tutto il lavoro e le mie zie stavano a guardare e mia nonna paterna faceva la gran signora direttrice dei lavori… qui davvero ci vorrebbe uno sgrunt!! era \’na roba mia nonna….)Però almena sono stati usati.Io ho il servizio buono: sta insieme all\’altro e li uso tranquillamente tutti e due :)Cioè microsoft ha cancellato gli anonimi e basta? 😦

  19. bisbetica ha detto:

    si, credo che microsoft abbia fatto questo ed io non volevo che quei commenti sparissero sinceramente :-(ehm… il quadretto che mi fai mi ricorda casa mia anche se non credo di essere una cuoca eccelsa come te e probabilmente la tua mamma… fatto sta che stanno sempre tutti qua :-Dperò mi piace, lo confesso: mille volte a casa mia che io a casa di altri… son rognosa, si sa 😉

  20. ivan ha detto:

    Incompiuta? Meno male! Amiamo le persone per le loro imperfezioni

  21. stordita ha detto:

    come va a vaccarino??? mooooooooooouuuuuu pulito il frigo 😀

  22. lomasi ha detto:

    A Vaccarino è andata benone, pizza con burrata, buonissima! Ora pago per il poco buon senso di aver mangiato ancora derivati del latte… ma da domani riparto con la "purificazione" ;-)In effetti quando ami i difetti di qualcuno, oltre a tutto il resto, lo ami davvero :-)Ho il sospetto di non essere mai stata amata in questo modo, o se è accaduto io non l\’ho sentito e quindi non era poi così intenso… non era amore…Però ci sono persone che mi vogliono bene, tanto bene, e non è poco… :-)Eh Bis… sì, piace anche a me avere gente in casa, la mia idea di casa è un posto dove le persone cui voglio bene si sentono libere di andare e venire, di aprire gli stipi e farsi il caffè… insomma casa mia dovrebbe essere un posto dove le persone della mia vita dovrebbero sentirsi quasi come a casa loro.In realtà questo non accade, perchè questa non è solo casa mia.Una delle cose da cambiare in questa vita :-)CambieràNon sono una cuoca eccelsa, tutt\’altro, so solo mettere insieme i consigli di buone cuoche e scegliere a prima vista le ricette che mi riusciranno.E mi piace cucinare: penso che cucinare per qualcuno è un gesto d\’amore. Il cibo è il primo bisogno e la prima fonte di piacere della nostra vita. Tendo a diffidare di chi non ama mangiare, non sa gustare il cibo, ne è indifferente (sai quelli che non sanno dirti quale sia il loro piatto preferito, ma non perchè ne hanno tanti, ma perchè non provano intenso piacere per niente, e qualsiasi cosa abbiano nel piatto lo rigirano svogliatamente e ne ingurgitano un po\’ per necessità).Mia madre è una buona cuoca, era una grande cuoca, quando cucinava per mio padre. Non l\’ha più fatto con la stessa voglia da quando lui è morto.Lei non aveva piacere di avere sempre gente in casa, acettava quella cosa per mio padre, perchè era la sua famiglia. Le persone che più frequentemente approfittavano della cucina di mia madre sono anche quelle che non venivano a fare visita a mio padre quado stava morendo, perchè "non se la sentivano".Lui aveva dolori che nemmeno la morfina controllava, e figli piccoli che sarebbero cresciuti senza di lui, e nessun altro che guadagnava per dar da mangiare a quei figli… e loro non se la sentivano.Voglio gente che va e viene per casa, ma non sentendosi in diritto di farlo per un legame di sangue.Legami affettivi effettivi… con me, incompiuta e imperfetta, ma me, persona. Magari rognosa, magari con qualche ragnatela negli angoli o il servizio zoppicante, se capita… e la maglietta comperata al mercato e non nella boutique, io che mi scordo di mettere il pane in tavola e la sera il caffè me lo devi chiedere perchè non mi viene in mente di farlo… Io che a volte non so costruire una conversazione… Voglio la casa piena di gente che è vera con me e che sa guardarmi e mi riconosce.Gli altri non possono che essere di passaggio.

  23. La Principessa Nel Giardin ha detto:

    quanto hai scritto :)un post nel post :)e fortuna che non sai costruire una conversazione, eheh!io la pizza con burrata non so che sia!questo inizio di anno e\’ strano per me, ho il cervello lento e svogliato piu\’ del solito…dovrei assumere piu\’ personale al castello, ahah!cribbio! ho ricordato ora che devo fare il bus pass oggi, noooooooo!!!!tolgo le tende, le ripiantiamo ad agosto tutti insieme, prrrrr!!! :ppp

  24. lomasi ha detto:

    eh… Bis tende a farmi questo effetto: scrivo un sacco per risponderle :-)la burrata è un prodotto del sud, pugliese credo: mozzarella con all\’interno fiocchi di latte (credo si chiamino così), quindi è morbida morbida ed ha il sapore delle mozzarelle appena fatte, quelle che solo al sud trovi…Lo so io perchè hai il cervello svogliato… 😀 PRRRRRRRRRR:-)

  25. Giusy ha detto:

    oddio ma voi siete matti!!!! non vorrete mica che mi letto a leggere tutte ste cose ehhh???????? :pmi devo lavà i capelli!!!! ahhhhhh ma ve l\’ho detto che ho cambiato luuuuuuuuuuuuc?????? ihihihihiadesso sono un pò più chiara (senza ricrescita finalmente!!!) ehhhh ho tagliato tutti i capelli!!! mo c\’ho il caschetto!!!!! uhhhhhhhhhhhhh

  26. lomasi ha detto:

    si siamo matte stella, ma non ci aspettiamo che leggi tutto.Va, vieni, fa quel che ti pare :Dpoi col nuovo look che posso mai dirti?WOW :DDDD

  27. bisbetica ha detto:

    e mesi fa ci chiedevamo cosa ci accomunasse a noi così diverse… giàil gusto del cibo, il senso della convivialità, la casa aperta e gli affetti veri… ed il resto son… fregnacce :-DDD

  28. lomasi ha detto:

    oddio bis… che si fa…. si cambia sponda? :DDDComunità! potrebbe essere la soluzione a certe difficoltà… se abitassimo più vicine 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...