e i martedì non son da meglio…

Paziente ventitrenne prenotato dai genitori. Ed ho dovuto parlare in doppio ogni volta, perchè questi genitori non si parlano, ma vogliono dire la loro e sapere tutto… sono state diverse noiose telefonate.

Appuntamento per le 10.30. Importante la puntualità perchè deve fare una particolare procedura combinata con altri ambulatori.

Il paziente arriva alle 10.45:

“mi dà l’impegantiva e gli esami?” “avete tutto voi”

Freghi la collega, bello, ma non me, che ci ho perso ore appresso a te, ed alle tue revoche… :”non abbiamo niente noi, perchè lei ci ha mandato le impegnative per Fax” “sì ma non me le trovo più”

Ecco, cominciamo con la verità, se un po’ di buona educazione non sono riusciti a trasmettertela.

Lo faccio accomodare, lo rimprovero e cerco di fare velocemente le solite duemila domande per l’archivio.

Bussano ed ovviamente entrano, senza attendere. Il dio della buona educazione di ieri.

Prima ancora che gli dica:”io non ho detto avanti” lui riconosce nel mio paziente di oggi un suo amico.

Ovviamente l’amicizia va sempre preservata ed infatti i due si mettono a chiacchierare ignorandomi allegramente, fino a che non ne faccio accomodare uno fuori senza tanti mezzi termini.

Degni amici l’uno dell’altro. Nessuno dei due è di Padova. La probabilità che si incontrassero in un posto tanto “esclusivo” sono assolutamente bassissime. Quelle di sfrantumare le ovaie a me… altissime.

Stasera mug cake, porca pera!!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a e i martedì non son da meglio…

  1. IL PINZA ha detto:

    I guai non arrivano mai da soli….. 🙂 Ovviamente quando si lavora con il grande pubblico il rischio è sempre alle porte. Secondo te, io arrivo sempre pronto ad un esame? Oppure in orario? Ma giuro… non lo faccio a posta…

    • altrirespiri ha detto:

      noi abbiamo pazienti da tutta Italia, quindi il ritardo è sempre possibile. Però quando sei in ritardo di un’ora puoi degnarti di telefonare.
      E quando io arrivo in ritardo di dieci minuti (anche dalla parrucchiera) chiedo scusa. Non pretendo di avere ragione…

  2. annikalorenzi ha detto:

    uhhh mi devo ripetere…santa pazienza

  3. intorno ha detto:

    devi difendere te e il tuo sistema nervoso. imposta una strategia non violenta

  4. yaxara ha detto:

    Il dio dell’educazione è stramorto. Forse non è proprio mai esistito e ci hanno illuso. In ufficio da me entrano senza bussare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...